Skip to content

CNIL c. Google

I bollettini di House of Data Imperiali sono degli estratti delle Puntate del Servizio di Informazione Giuridica (SIG), a cura dell’Avv. Rosario Imperiali d’Afflitto.

Il SIG è fruibile tramite abbonamento.

CNIL c. Google

Continua la striscia di contenziosi tra l’autorità di supervisione francese e il colosso californiano, per presunte violazioni della disciplina europea sulla protezione dei dati personali e sulla privacy nelle comunicazioni elettroniche.

Il 31 dicembre 2021 il CNIL ha irrogato sanzioni per complessivi 150 milioni di euro a due società del gruppo sull’assunto che gli utenti dei sito google.fr e youtube.com non possono rifiutare i cookie, tanto agevolmente come accettarli.

Sanzioni_CNIL_contro_Google
Principali contenziosi tra CNIL e Google.

Considerazioni complessive

“Non c’è due senza tre” – verrebbe da dire – considerate le tre vicende che hanno visto soccombere il colosso americano nei confronti dell’autorità di supervisione francese, a seguito dell’irrogazione di sanzioni per violazioni della disciplina europea in materia di dati personali e riguardo alla privacy nelle comunicazioni elettroniche, il cui totale complessivo ammonta ad oggi alla cifra considerevole di 300 milioni di euro.

La strada sembra ormai tracciata e consolidata, come testimoniano le due decisioni del Consiglio di Stato che hanno respinto gli appelli inoltrati da Google contro i primi due provvedimenti sanzionatori. Gli ingredienti di questa strategia di attacco del regolatore francese sono:

  • ambito ePrivacy
  • riconducibilità dell’attività online a Google LLC 
  • rilievo degli stabilimenti nella UE
  • competenza dell’autorità francese
  • esclusione del meccanismo di cooperazione previsto per i trattamenti transfrontalieri.

Per continuare a leggere questo articolo devi essere abbonato al Servizio di Informazione Giuridica.

Sei già abbonato?